Wanda Allievi

 

Agosto 2012

 

CURRICULUM

Pubblicazioni


 
 

allievi.wanda@gmail.com
 


(Giugno 2013)



Premi e riconoscimenti


 

 


(Settembre 2011)
 

Nella pagina principale ho richiamato solo la prima poesia "Lilith", che dà il nome alla mia prima raccolta, corredata da una spiegazione al titolo, che ha un significato astrologico e mitologico, ed un'altra poesia a me molto cara "Un ramo di mimosa", che fa parte della seconda raccolta "Petali di luna".
Mentre in questa pagina inizio con una presentazione/introduzione generale, poi per ciascuna raccolta riporto le copertine frontali, eventuali recensioni ed alcune poesie.
 

Poesie di tutta una vita, poesie che parlano di sofferenze, di gioie e di passioni profonde, parole che narrano di amori impossibili, di amori finiti ed amori vissuti intensamente.

In queste pagine ho scritto di esperienze che fanno parte della vita di ognuno di noi, come la nascita di un figlio, la sofferenza profonda per la morte della propria madre, la fine di un rapporto vissuto con forte emozione ed intensa passione, i tormenti e le frustrazioni per un amore impossibile, i turbamenti dell'anima, la gioia per l'unico e grande amore della vita...

La mia massima è "mai dire mai" E' vero, non bisogna mai disperare, né smettere di sognare e di lottare per raggiungere i propri desideri. Anche se spesso, la realtà incrina e distrugge i nostri sogni, ci delude e ci ferisce nell'animo, ma si deve sempre andare avanti, convivendo con il proprio dolore se serve.

Perché la sofferenza fa parte della vita, certo, ma il dolore è anche emozione, perché se non ci fossero l'emozione e il sentimento, con tutto quello che ne comporta, come sarebbe la nostra vita? Piatta, vuota, insignificante!

Nel mondo in cui viviamo oggi, con la superficialità dei rapporti, sessuali e non, la poesia -con tutto ciò che vi è racchiuso-, è anacronistica, è fuori tempo...

Allora si, io sono fuori tempo, ma sono contenta di esserlo!

J J J

Analizzando la nostra vita, io credo che una parte del nostro cammino sia già scritta e quindi inevitabile. Altrimenti come ci spiegheremmo a volte l'incontro casuale, con qualcuno che poi diventerà per noi importante, oppure il non verificarsi di determinate situazioni a cui teniamo particolarmente?

Io credo che il fato sia il principale responsabile dell'incontro di due anime, della nascita di un grande amore o di una profonda amicizia. Il fato ti porge su di un piatto d'argento le cose della vita e le persone più importanti della tua esistenza. Sarai tu, che poi dovrai coltivare tutto ciò che ti è stato servito, sarai tu che dovrai dedicare tempo, passione, amore e gioia, pur sapendo che potrai anche piangere ed il tuo cuore soffrirà.

Quindi, per concludere, io credo che il destino sia importante, ma credo anche che ognuno sia responsabile della propria vita, della propria sofferenza e felicità, e che debba in ogni modo lottare per cercare di ottenere ciò che più desidera, raccogliendo attimi di gioia, amore, passione, gioire e soffrire per le bellezze della vita.

 


Ecco la copertina frontale e alcune delle 62 poesie pubblicate nella raccolta "LILITH"

 





allievi.wanda@gmail.com



Recensione di Cinzia Baldazzi alla mia raccolta "Lilith"

 

 

Presentazione di Rosa Cassese alla mia raccolta "Lilith"


 

 

                                             Al mio bambino

E' NATO UN FIORE

 

E' nato un fiore nel mio cuore...
Primaverile germoglio senza forme, sembianze umane.

I suoi fragili petali fetali
avvinghiati in un abbraccio passeggero.

Il suo schiudersi naturale e straordinario
tra fili d'erba ricoperti di rugiada.

Il suo dolce e prezioso nettare
disseminato tra le dure zolle della mia terra.

Il suo notturno passeggiare peregrino e solitario
accompagnato dal bagliore di una gentil signora in bianco.

Il suo stelo è stato reciso, staccato dalla terra madre
la mano amica della vita lo ha raccolto.

Dolce fiore acerbo, infantile
rosa scarlatta del mio grembo materno.

Fedele compagno di giorni solari, notti lunari
triste e sconosciuto fior di loto.

Tra le mie braccia ora riposi...vivi...
E' nato un fiore nella mia vita...è nato il sole nel mio cuore.

     

  

 

FREDDO INVERNO

 

Le foglie autunnali
cadono a terra
lasciando nell'aria
una leggera tristezza.

Gli sterili rami
spogliati dei loro indumenti
urlano al mondo
il loro freddo interiore

Così tu...amore mio
ora che l'estate è lontana
e l'inverno è con noi
hai spogliato il mio cuore.
           

       


 

COME QUESTA ROSA

 

Si aspetta invano una voce, un sorriso...
Così come i fiori...
immobili e cupi
attendono un alito di vento.

Si piange forte il dolore di una perdita...
Così come i fiori...
lontano da occhi indiscreti
piangono indisturbati.

Si soffre, spossati e stanchi la calura estiva...
Così come i fiori...
piegano il capo raggrinzito
sotto il sole cocente.


Ma io ti porto una rosa
fresca e profumata
servita su di un piatto argentato
punteggiato da cristalli di rugiada.


E corro a te verso il mare...
Così come questa rosa...
felice e stremata dalla fatica
insegue il suo petalo perduto.

E rido dentro l'anima...
Così come questa rosa...
gioisce e gode
annusando il suo profumo ritrovato.

E canto una canzone dolce...
Così come questa rosa...
nelle fresche sere di Maggio
emana in cielo il suo amore per te.
 

    

 

ANCHE I FIORI

 

Ad ogni chiaro di luna...
Divine comunioni e sogni profumati
tra i vellutati ed eterni compagni.
Non lo sai...
anche i fiori amano nel buio della notte.

Ad ogni raggio di sole...
Linfa e calore vitale
sui fragili petali al vento.

Ad ogni vergine fiocco...
Intimi camini a legna
tra i bianchi bucaneve.
Forse non sai...
anche i fiori hanno case accoglienti.

Ad ogni pianto tempestoso...
Angoscia e sofferenza
tra le piccole corolle spezzate.

Ad ogni inizio d'inverno...
Fresche lacrime di rugiada
sopra i fiori non colti.
Forse non lo sai...
anche i fiori piangono in silenzio...
 

       
        Foto scattata ad Istanbul (Aprile 2011)

 

 


 

 

                                 

          

                                              A Ruggero, a Mattia…

                                                              Ad Angela

UNA ROSA PER TE...

(Rossa, rosa e bianca)

 

Lontano da te e dai tuoi occhi...
il mio cuore ti manda una rosa,
un fragile bocciolo di rosa solo per te.
E non lasciare che appassisca tristemente
sotto i caldi raggi solari del mare,
ma tienila vicino al tuo fresco tepore
dissetando i suoi petali con lacrime di gioia.

E lei, segreta e silenziosa...
con dedizione e fedeltà d'animo,
ti darà passione profonda e amicizia,
ti darà amore puro e sincerità.
Ti terrà compagnia quando ti sentirai solo/a,
in mezzo alle voci confuse di persone indifferenti.
E dentro il suo abbraccio sarai sempre e solo tu.

 

 

COGLI L'ATTIMO

 

La vita è un attimo fuggente...
un alito di vento lieve e burrascoso
un complicato intreccio di lacrime e sorrisi.
E' una salita fredda, ripida e sassosa
una sofferenza intrinseca dell'anima
una storia effimera di violenza cieca e volgarità.

La vita è un antico specchio rotto
un'infinita varietà di cocci sbriciolati
una montagna di piccoli frammenti persi.
E' un'emozione forte e travolgente
un bacio intenso di passione e desiderio
un romantico tramonto di spiagge bretoni.

La vita è un dolce sogno, un allegro gioco
una ricerca eterna di grazia e leggiadria
una poesia d'amore, un libro di ricordi.
La vita è un soffio magico e vitale...
Cogli la gioia, il calore e la bellezza
ogni giorno, ogni ora, ogni attimo del tuo presente.
 




                                                             A mia madre

LA FINE                               

 

L'antica e triste vita che mi ha dato la luce
ha interrotto i suoi vecchi pensieri, le sue lucide parole.


Il suo inerte corpo disteso sul giaciglio
ha cessato i suoi stremati movimenti.

Il suo viso stanco e sofferente
si è estraniato da tutti, dal mondo intero.

Le sue umide pupille spente
non scorgono le lacrime nei miei occhi.

La vita le è sgusciata dalle mani
ma dentro al mio cuore sarà rinchiusa e custodita.

La mia voce parla piano
a lei che forse non sente "rumori"...

Le mie calde mani rosee
accarezzano la sua pelle fredda e cerea.

I miei baci sfiorano la sua fronte gelida, il suo bel viso scarno
l'espressione rinata dopo la sua stentata vita terrena.


Nella tua vita eterna, ora non sarai più sola...
La compagnia dell'amore vivrà sempre con te.

 

 



 

Poesia che fa parte della raccolta "Lilith" pubblicata anche sulla Rivista Letteraria "Il Salotto degli Autori" nr. 34 Inverno 2010




 

 


=======================================================

 

 




 

Passando al mio secondo libro intitolato "PETALI DI LUNA", che comprende 45 poesie, riporto qui sotto la copertina frontale ed alcune poesie pubblicate in questa raccolta.

 

 


 

 

 

Recensione alla Silloge di Poesia "Petali di luna" di Wanda Allievi - BRUNO ZAPPARRATA
Recensione pubblicata nell'allegato "Recensioni allo specchio" del mese di Giugno 2010 della RIVISTA ORIZZONTI (Nr. 37), in vendita in tutte le librerie Feltrinelli.

      

 

 

 

 

 



PETALI
DI LUNA

 

Petali di luna...
Sulla tua bianca pelle nordica
sui tuoi neri capelli argentati
sui cangianti ulivi e gli agrumeti della terra
sulle terrazze in fiore e sui morbidi pendii.

Petali di luna...
Nell'incanto del tuo sguardo seducente
nella luce dei tuoi occhi belli e stanchi
sulle onde chiare e spumeggianti del mare
sulla sabbia umida intrisa di sale.

Petali di luna...
Nella velata inquietudine del tuo animo gentile
nel buio cupo dei tuoi giorni sempre uguali
nella notte limpida carica di stelle
nella luce crepuscolare della sera.

Petali di luna per te...
Dal profondo del mio cuore...
all'infinito del tuo cielo terso.

     

Ad Aprile 2011 la poesia "Petali di luna" ha ricevuto una Menzione di Merito, al "Premio Nazionale di Poesia" "Le Parole del cuore" II Edizione 2011,  promosso dall'Associazione Culturale "Artisti con il cuore" di Sanremo.
Inserita nell' "Antologia Poetica Artisti con il cuore 2012"
      

 

Traduzione in lingua francese della poesia "Petali di luna"

 

 


TI SENTO

 

Ti penso...
sei nei miei pensieri
Ti parlo...
sei nelle mie parole
Ti vedo...
sei nei miei dolci sogni.

Ma ti cerco ovunque...
sei scomparso al mio risveglio
Ti chiamo forte...
sei sordo al mio richiamo
Ma ti sento dentro...
sei nel mio cuore!

Traduzione in lingua francese della poesia "Ti sento".
 

      


 

FIAMMA ACCESA

 

Spegnere i miei sensi
malati e stanchi
per non parlarti più
con la mia voce
e le mie parole scritte.
Per non pensarti più
con i miei pensieri
logorati e d'altri tempi.
Per non sentirti più
con questo mio cuore
triste e malandato.

Ma senza sosta
una fiamma accesa
mi arde dentro.
E la mia voce non tace
soffocata e ammutolita.
Le mie parole e i miei pensieri
non cessano di riversarsi
su fogli bianchi e inanimati.
Ed il mio cuore
vibra e pulsa
ad ogni tuo debole fruscio.

       


 

 

SOLITUDINE                

 

Non sentirti sola...
nell'apatica incuranza della gente,
perché io sono sempre vicino a te.
Nel buio della notte fonda,
perché io sogno spesso il tuo bel viso.

Non sentirti solo ed infelice...
nei pensieri concreti della tua mente,
perché io penso a te con la mia fantasia.
Nel silenzio delle parole inespresse,
perché io parlo a te con le mie poesie.

Non sentirti sola...
nei momenti tristi della tua sofferenza,
perché io rallegro te con un tenero sorriso.
Nell'arido deserto del tuo animo,
perché io semino un fiore nella tua intima terra.

Non sentirti solo ed infelice...
nell'ascoltare queste semplici parole
perché tu riempi di gioia, il vuoto del mio cuore.
 

A Settembre 2011 la poesia "SOLITUDINE" (Petali di luna) si è classificata tra i finalisti alla V Edizione del Concorso "Massa, città fiabesca di mare e di marmo".
       

 

 


 

 


======================================================

 

 

 

 



 

A Novembre 2010 una terza raccolta comprendente 40 poesie inedite, il titolo di questa nuova silloge è il nome di un fiore bellissimo..."FRAGILE ORCHIDEA".
Qui sotto la copertina frontale e qualche poesia pubblicata su questa raccolta.
 



 

 


A Novembre 2012 questa raccolta di poesie ha ottenuto il 1° posto nella sezione Poesia Crepuscolare, al Premio Nazionale 2012 Poesia edita Leandro Polverini, con il Patrocinio dell'Assessorato alla Cultura della città di Anzio.
Motivazione della Giuria:
"Una poesia crepuscolare che tende a vedere la realtà nella prospettiva della fine, dell'apocalisse, dell'inesorabile precipitare verso il naufragio e l'annullamento della storia nell'eterna quiete del nulla laddove una lirica fusione di orizzonti, come fragile orchidea, porta ad una originale identificazione sovratemporale fra l'oggi e l'antico".

             



 

Recensione di Marzia Carocci alla silloge di poesia "Fragile orchidea" pubblicata sul Nr. 34 Inverno 2010 della Rivista di Cultura e Poesia "Il Salotto degli Autori", trimestrale edito da Carta e Penna.

  

Recensione di Marzia Carocci presente su Oubliettemagazine
http://oubliettemagazine.com/?s=fragile+orchidea

 

Salone Internazionale del Libro di Torino Stand Rupe Mutevole Edizioni
Presentazione Collana Editoriale "La Quiete e l'Inquietudine"
(14 Maggio 2011)

                        
 

 

Moncalvo-Trino (Piemonte)  Presentazione "Fragile orchidea" (Agosto 2011)

 

 

 

CAOS DI PAROLE

Vorrei che...
Fosse silenzio di frasi dette,
e di frasi non dette
Fosse silenzio di parole scritte,
e di parole non scritte
Fosse silenzio di tutto,
ma soprattutto, silenzio del mio cuore.
Io vorrei che...
Fossi oblio di frasi,
dette e non dette
Fossi assenza di parole,
scritte e non scritte
Fossi spoglia di profonde emozioni,
ma, un caos sofferto di frasi e parole,
turba il mio cuore.

      

Poesia selezionata  da Aletti Editore per la pubblicazione all'interno dell'Antologia "Poesie del nuovo millennio"  editata a dicembre 2009.

      

 

 

 

MASCHERA MUTA

Un "dolce" dolore languido
pervade il mio sentimento,
nel rivedere il tuo volto,
nel risentire la tua voce.
Ma il mio mutismo prolungato
è più forte delle mie parole.
E rimango immobile,
solo un soffio di respiro senza voce,
mi raccolgo dentro un guscio
dalla dura scorza nera,
ma pieno di morbida ovatta bianca.
Talvolta laconica, sussurro
parole brevi e scialbe.
Ma questa mia maschera muta
all'apparenza solida e insensibile,
è di rossa e soffice cartapesta,
e nel suo impassibile silenzio
mi proteggo, celo il suo forte impulso
nel mostrare la sua passione,
per non "disturbare la tua vita"...
per non ferire il tuo, ed il mio cuore.

      
Poesia classificata tra i finalisti dello stile autobiografico al Concorso Nazionale "Speciale donna 2010", organizzato dall'Associazione M.A.R.E.L. con patrocinio delle Biblioteche e della Provincia di Roma.
Inclusa nell'Antologia "Speciale donna 2010".

      

Commento della giuria:
Nella trama di una versificazione ben strutturata, la memoria assume la doppia veste di ricordo e rimpianto. Il passato giganteggia col suo bagaglio di illusioni perdute, di un incanto svanito, ma abilmente celati.



RUGIADA

Ritornano le lacrime
per troppo poco tempo,
imprigionate e compresse
dentro la segreta malinconia dei miei occhi.

La mia tristezza
altalenante come il cigolio fastidioso
di un dondolo arrugginito
che scuote e sbatte il fondo del mio petto.
La mia rabbia
per non aver dimenticato e ripulito
vecchie e stantie passioni del mio dentro.
Riaffiora la sofferenza
e lacrime strozzate si affacciano discrete
per liberarsi sul mio viso
e sprofondare piano dentro al cuore.
   
A Giugno 2010 la poesia "RUGIADA" si è classificata al 3° posto, nella Sezione Artisti "Premio UNICENTRO" patrocinato dal Comune di Cantagallo in provincia di Prato.


 

MALINCONIA

Nel mio silenzio di parole
urlo forte il tuo nome al cielo,
muto brusio evanescente della mia voce.
Nelle mie lunghe notti di luna piena
sento una leggera brezza sulla pelle
che mi riporta il tuo profumo,
la tua grazia schiva e riservata.
Quanta triste e sfuggente malinconia
nel "risentire" la tua fragranza delicata,
nel "rivedere" il tuo gentile garbo.
Dolci essenze e immagini sfumate
di un passato lontano eppur scolpito,
eco acuto di struggente nostalgia
che come un sibilo risuona
tra sinuosi colli ed alte vette,
per fermarsi e riposare qui,
nelle profonde e segrete gole del mio cuore.


      
A Settembre 2010  la poesia “MALINCONIA”  si è classificata tra i finalisti al “Concorso Internazionale di Poesia e Racconto” “OPERE D’AUTORE”, indetto dall’Associazione Culturale “Artisti con il cuore” di Sanremo.



 



 

=====================================================

 

 

 

 

 

 

A Dicembre 2014 una quarta raccolta comprendente 49 poesie inedite intitolata "MAGIA".
Qui sotto la copertina integrale e qualche poesia pubblicata su questa raccolta.




 

 

 

"AMICA MIA LUNA"

Dolce luna, "Amica mia"...
dall'alto della tua superbia,
conosci i miei tormenti,
i miei turbamenti e la mia malinconia.
I miei versi e la tua luce
accompagnano dolcemente
la solitudine emotiva del mio cuore.
Anche se appari
immobile e altezzosa,
e ti mostri fredda e indifferente,
in fondo al pozzo delle tue emozioni,
nascondi inquiete ansie,
eclissate nel buio tenebroso
delle tue pareti scivolose e umide.
E quando soffro e piango,
gocce di lacrime invisibili
dal tuo viso scendono,
bagnando la tua pelle intima,
fino a congiungersi al mio pianto...
Ed io mi sento meno sola!

Wanda Allievi

       
Poesia finalista al Concorso Nazionale di Poesia, Narrativa e Teatro "Speciale Donna 2012". Inserita nell' Antologia "Speciale donna 2012"
       
Commento della giuria:
Quasi familiare è la sensazione di dolore che avvolge l'anima della poetessa in un'atmosfera nebulosa e travagliata che la induce a ricorrere al conforto dell' "Amica luna".


 

FOGLIE SECCHE

E' ancora inverno.
Fradice foglie, giallastre e scure,
impregnano la pelle e i sensi,
vogliosi di aria fresca e asciutta,
di umidi odori ormai stantii.
Non è  ancora primavera...
anche se qualcosa sta mutando,
dentro il battito profondo
attecchito negli umori,
ballerini ancor piangenti
di emozioni sorpassate e démodé.
Come sfoltire e sradicare
le restanti foglie morte e secche,
dall'incorporeo giardino
di questo vecchio sentimento.
E diffondere luce e gioia,
con un timido, eppur sfrontato
raggio di sole,
che rischiari la penombra
e asciughi il pianto di questo cuore,
fragile e volubile,
indebolito e scosso
da sussulti e turbamenti viscerali!


Wanda Allievi
Copyright © Tutti i diritti riservati

       
Poesia finalista al Concorso Nazionale di Poesia, Narrativa e Teatro "Speciale Donna 2011", inserita inoltre nella stessa Antologia "Speciale Donna 2011".

Commento della giuria:
La natura come occasione eccellente ed eccezionale per ripensare a una dolorosa esperienza di vita, con la consapevolezza dell'importanza che riveste nel rigenerare un animo distrutto, alla stregua di foglie secche, imputridite.



LACCIO D'AMORE

Stretti lacci di seta sgualcita,
intinti di rossa passione,
cingono e inzuppano i miei profondi sensi,
permeando l'aria intima
di sfuggenti lacrime, amare e incolori.

Brandelli annodati
di nastri scarlatti,
stringono i miei sensi logori,
in un forzato abbraccio
di antica pena e sofferenza.

Sottili cinghie flessuose
di morbida pelle di cuoio,
ancora sferzano lievi colpi
ai miei sensi inappagati e stanchi,
su ferite semiaperte e sanguinanti.

Vibranti dita leggere, armoniose e libere...
sciogliete le trame rarefatte
di questo vecchio laccio d'amore,
liberate al vento, la forza intrinseca del suo cuore,
e al calar del sole, il cielo gronderà di petali di rose rosse.

Wanda Allievi
Copyright © Tutti i diritti riservati

       
3° CLASSIFICATA SEZIONE POESIA INEDITA al Concorso Internazionale “OPERE D’AUTORE 2012”, promosso dall'Associazione Culturale “Artisti con il cuore” di Sanremo.
Inserita inoltre nell' "Antologia Poetica Artisti con il Cuore 2012".
       
 

 

 

LANGUIDE CAREZZE

Pensieri vani,
vecchi turbamenti,
non colpite con violenza
e furiosa prepotenza,
la mia debolezza interiore.
E' primavera...
lasciate quest'antica tana
di foglie gialle e appassite.
E volate via,
verso un giovane giaciglio
di dolci fronde, fresche e verdi.
Oppure sfiorate appena,
con leggeri tocchi
di languide carezze,
le profonde corde emotive
del mio cuore troppo scosso
da inutili ed eccessivi affanni!

Wanda Allievi

Copyright © Tutti i diritti riservati

        I

 

Assegnata Menzione d'Onore al "Concorso internazionale di Poesia e Racconto" "OPERE D'AUTORE" 2010 promosso dall'Associazione Culturale "Artisti con il cuore" di Sanremo. Inserita nell' "Antologia Poetica Artisti con il Cuore 2012".

 


A Giugno 2017 una quinta raccolta, contenente 135 poesie totali, le migliori pubblicate in precedenza, con l'aggiunta di qualche poesia inedita, intitolata "AFFRESCHI DELL'ANIMA".


 



 

allievi.wanda@gmail.com

 




 

                                           
           Principale                      Viaggi                                    Poesie inedite